Lezioni di Storia Delle Donne

La costruzione di una società in cui i generi convivano e creino condizioni di vita egualitaria passi anche dalla conoscenza della Storia. Ciò che è accaduto in passato, i meccanismi che hanno fatto funzionare la società devono essere conosciuti e compresi per poter essere oltrepassati.  Ragionare sui meccanismi di creazione della Storia e sull’esclusione, cancellazione e ridimensionamento del ruolo delle donne nei vari ambiti della vita pubblica è un passo fondamentale per poter dar vita ad azioni di riscoperta e di integrazione del loro pensiero nella nostra società, giungendo infine alla costruzione di una società basata davvero sulla partnership.

Come ha scritto la femminista, filosofa e giornalista Lidia Falcón “I diplomati e i laureati ottengono i loro titoli senza sapere chi fossero Olympe de Gouges, Flora Tristán, Alejandra Kollöntai, Louise Michel, Emma Goldman, Simone de Beauvoir, Federica Montseny,  etc…. etc…, ignorando alla grande, perché si celebra l’otto marzo in tutto il mondo occidentale e quali lotte hanno segnato i duecento anni del Movimento Femminista. I professori e molte professoresse sono convinti di aver insegnato bene la materia nella quale sono specializzati/te; gli scrittori dei libri di testo dimenticano di fare riferimento al femminismo e gli storici, politologi e commentatori di istruzione, tra i quali i cospicui rappresentanti dell’Accademia, non si degnano di parlare del ruolo delle donne nella lotta di classe, nelle rivoluzioni che hanno cambiato il mondo, nella letteratura, nelle arti, nelle scienze.”

Ecco perché creo lezioni di Storia delle Donne. Abbiamo bisogno come donne e uomini di far entrare nel nostro immaginario le tantissime donne che hanno contribuito a fare la Storia ed essere consapevoli delle limitazioni e dei divieti che sono state inflitti alle donne in quanto donne.

 

Jacky Fleming, Breve Storia delle Donne, Corbaccio (2016)

condividimi!